Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Legalizzazioni intelligenti pt.1, La marijuana in medicina.
 
Spauracchio
Inviato il: Mercoledì, 04-Apr-2007, 20:40
Quote Post


Moderatore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 118
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 03-Feb-2007



NEW MEXICO - Bill Richardson, governatore di stato, ha firmato la legge per la marijuana terapeutica, facendo diventare il Nuovo Messico il dodicesimo Stato a permetterne l'uso, proteggendo i malati dall'arresto per violazione delle leggi federali. Gli altri Stati sono: Alaska, California, Colorado, Hawaii, Maine, Montana, Nevada, Oregon, Rhode Island, Vermont e Washington.

Significativo nel suo piccolo. Ma isolato, come isolati sono gli altri 11.

Lunedì 2 aprile 2007, presso la facoltà di lettere e filosofia dell'università di Verona, si è tenuta una conferenza antimafia presieduta in gran parte da componenti dell'associazione "Gerbera Gialla". Tra i diversi relatori era presente anche l'ambasciatore della Colombia, Sabas Pretelt de la Vega, famoso per la sua lotta contro la mafia colombiana e contro i loro commerci di cocaina. La presentazione della situazione colombiana, del lavoro di Prevelt de la Vega e dei suoi risultati, meriterebbero un post tutto loro. Qui mi limito a citare il suo intervento ad una domanda fatta da un alunno nel pubblico: legalizzare o meno la marijuana?
"Potrei motivarti significativamente, in termini filosofici, etici, politici e sociali, sia la legalizzazione che l'illegalizzazione.. ma non lo farò. Almeno non qui. Ti dico solo che se si volesse fare qualcosa di serio sarebbe utile riunire i vertici di tutte le nazioni del mondo e prendere una decisione unanime."

Ha capito tutto. Meriterebbe l'incarico di presidente della Colombia.


--------------------
Inala allucinogeni e trema davanti alla mia maschera.
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Spauracchio
Inviato il: Lunedì, 16-Apr-2007, 12:33
Quote Post


Moderatore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 118
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 03-Feb-2007



Purtroppo devo correggermi. Sabas Pretelt de la Vega non è proprio quella grande persona, a quanto pare.
Trovo assurdo nonché discutibile che una persona con un certo numero di precedenti (di complotto mafioso in colombia) venga eletto ambasciatore della Colombia in Italia. Ma soprattutto trovo inammissibile che un uomo simile presenzi il ciclo di conferenze della commissione nazionale antimafia, guidato da Pietro Grasso.
Appena riesco a riordinare alcune informazioni su Pretelt, non esiterò a dedicargli una discussione.


--------------------
Inala allucinogeni e trema davanti alla mia maschera.
PMEmail PosterUsers Website
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1901 ]   [ 21 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]

Skin © 2004 Bebi_Bulma